Risi e bisi in cestino di Parmigiano Reggiano Dop e boccioli di crudo di Parma


Il Veneto va a braccetto con l’Emilia in un piatto che da una parte mi riporta indietro nel tempo, ai sapori semplici della campagna veronese e vicentina, quando la cucina sapeva aspettare i prodotti che le stagioni potevano offrire, ma dall’altra guarda al futuro, puntando sulla diffusione e valorizzazione di prodotti che rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo.

Risi e bisi non è un risotto ma nemmeno una minestra, è risi e bisi.
Un primo piatto morbido e avvolgente, tipico della cucina veneta in particolare veneziana, vicentina e veronese, preparato con il riso Vialone Nano, i piselli del primo raccolto primaverile ed accompagnato per l’occasione con del Parmigiano Reggiano DOP e del Prosciutto Crudo di Parma.
La tradizione vuole che venisse offerto al Doge in occasione dei festeggiamenti del patrono San Marco il 25 aprile.
Questa è la mia personale interpretazione per partecipare all’evento internazionale de “La Cucina Italiana nel Mondo verso l’Expo 2015” promosso da INformaCIBO con il patrocinio di Expo 2015 Milano.

RISI E BISI ECC.OK 005

Risi e bisi in cestino di Parmigiano Reggiano Dop e boccioli di crudo di Parma

Ingredienti per 4 persone
Per il brodo:
200 g di piselli già sgranati e i loro baccelli
qualche gambo di prezzemolo
30 g di crema di cipolla
10 ml di olio evo
1,5 litri di acqua
4 g di sale
Per le rose di Crudo di Parma:
3 fette di prosciutto crudo di Parma non troppo sottile
Per i cestini di Parmigiano Reggiano DOP:
160 g di Parmigiano grattugiato
1 pirottino di alluminio
Per il riso:
200 g di riso Vialone Nano IGP
30 ml di olio evo
50 ml di vino bianco secco
30 g di crema di cipolla
sale e pepe bianco
20 g di burro
20 g di Parmigiano Reggiano DOP

Procedimento
Preparare il brodo: in una casseruola mettere 30 g di crema di cipolla, i piselli e i loro baccelli ben lavati, i gambi di prezzemolo, 10 ml di olio evo, un pizzico di sale e fare insaporire a fuoco dolce.

Nel frattempo portare a bollore l’acqua ed aggiungerla ai piselli. Cuocere per dieci minuti, quindi togliere i piselli tenendoli da parte e proseguire la cottura dei baccelli per altri venti minuti. Frullare i baccelli e filtrare il brodo con un colino a maglie fini.
Preparare i cestini di Parmigiano: scaldare una padella antiaderente di venti cm di diametro. Cospargere il fondo con 40 g di Parmigiano grattugiato e lasciare sciogliere per 5-6 minuti, fino a quando il formaggio inizia a colorare. Staccare con attenzione la cialda e velocemente appoggiarla sul pirottino di alluminio capovolto per dare la forma di cestino. Fare raffreddare e procedere nello stesso modo per gli altri.
Preparare le rose di crudo di Parma: dalle fette di prosciutto ricavare dodici dischetti di quattro cm di diametro e rosolarli in una padella antiaderente rigirandoli per un paio di volte, ma senza farli seccare. Con tre dischetti formare i boccioli di rosa e tenere in forno a 80°.
Preparare il riso: in una casseruola tostare il riso con 30 ml di olio evo, bagnare con il vino bianco e fare evaporare. Bagnare  con il brodo caldo, aggiungere 30 g di crema di cipolla e regolare di sale e pepe. Proseguire la cottura con il brodo poco per volta. Cinque minuti prima del termine aggiungere i piselli. Mantecare fuori dal fuoco con il burro ed il Parmigiano, lasciando il riso all’onda.
Servire nei cestini di Parmigiano, decorando con il bocciolo di crudo di Parma.
RISI E BISI ECC.OK 001
RISI E BISI ECC.OK 002
RISI E BISI ECC.OK 003
RISI E BISI ECC.OK 004
Con questa ricetta partecipo al contest “La Cucina Italiana nel Mondo verso l’Expo 2015” organizzato da Le Bloggalline in collaborazione con INformaCIBO.
 
 
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe piacerti anche...

3 commenti

  • Le Bloggalline
    3 giugno 2014 at 12:17

    Una presentazione molto chic, ma spiegata bene nei passaggi della ricetta, che può essere inserita anche nella categoria parmigiano e prosciutto. Il riso è il riso non ce n’è per nessuno, io sono un pò di parte perchè lo amo molto. Grazie per averci dedicato questa ricetta in bocca al lupo! A presto Monica

  • Elisa Di Rienzo
    5 giugno 2014 at 14:37

    scopro ora che abbiamo avuto la stessa idea per questa iniziativa!! pubblicato pure lo stesso giorno!!|!!
    ciaoooooo
    elisa

    • patrizia vendramin
      5 giugno 2014 at 19:18

      Elisa sono contenta che abbiamo avuto la stessa idea! Questo significa che sarà sicuramente un’idea vincente!!
      Spero di incontrarti presto, ciao :))
      Patrizia

Rispondi a Le Bloggalline Annulla risposta

Seguimi anche su…

CONGRANODISALE

Instagram

Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram

Collaboro con La scuola di Cucina Intelligente

Gioco con

Image and video hosting by TinyPic