Cruffin salati per Re-Cake 2.0


CRUFFIN SALATI OK 003 IMG_4896 (2)

Ce la posso fare, all’ultimo giorno, ma sono arrivata anch’io con i miei cruffin per Re-cake di Settembre.
Appena vista la ricetta di questo mese, all’inizio di Settembre , avevo tutte le più buone intenzioni per studiarla, provarla, rifarla nel caso non fosse riuscita per bene alla prima prova..ma come sempre più spesso mi capita, più mi organizzo e meno riesco a fare!!
C’è qualche cosa che non funziona, ma per ora non ho tempo di stare a pensare a come risolvere il problema.
Concentriamoci sulla ricetta, che a prima vista mi sembrava anche non troppo facile. Sul nuovo blog Re-Cake 2.0  ho visto tante proposte, tutte bellissime, molte dolci, alcune in versione salata.
E anch’io ho preferito provare a fare dei cruffin salati, da poter consumare al posto del pane.
Ecco quindi la ricetta base, alla quale ho aggiunto solo la farcitura salata e tra parentesi le mie variazioni.

CRUFFIN SALATI OK 004 IMG_4889 (2)

Cruffin salati per Re-Cake 2.0

Ingredienti per 8 cruffin
150 g farina 0
150 g di farina 00 (io ho usato farina multicereali)
6 g lievito  di birra disidratato
10 g di sale fino
130 g di acqua tiepida + 30 g (2 cucchiai) per eventuali aggiunte
50 g di burro non salato, ammorbidito e tagliato a cubetti
165 g di burro non salato, a temperatura ambiente (io ne ho usato 80 g)
per la farcitura:
8 pomodori secchi
12 olive nere infornate

Procedimento
Due ore prima di cominciare a preparare l’impasto, lasciate 165 grammi di burro non salato sul bancone della cucina, per portarlo a temperatura ambiente.

Nell’impastatrice (oppure in grande ciotola se impastate a mano) mescolate insieme la farina 0 e quella 00, il lievito e il sale. Aggiungete 130 grammi di acqua tiepida e impastate a bassa velocità per 3 minuti. L’impasto deve essere leggermente ispido e rigido, ma se si ha difficoltà a tenerlo unito, aggiungete gli ulteriori 30 grammi (2 cucchiai) di acqua e impastate di nuovo.

Unite quindi i 50 gr di burro tagliato a cubetti e impastate a bassa velocità per 5 minuti, fino a che l’impasto non sarà ben incorporato. Aumentate la velocità e impastate per altri 10-15 minuti, dovete ottenere un impasto liscio ed elastico.
Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per 40-45 minuti a temperatura ambiente.

Mettete a bagno i pomodori secchi per mezz’ora, quindi asciugateli, tritateli e teneteli da parte. Tritate anche le olive nere e unitele ai pomodori.

Trasferite la pasta su una superficie leggermente infarinata e dividetela in 4 parti uguali.
Lavorate una porzione alla volta e coprite il resto (senza stringere eccessivamente) con della pellicola trasparente.

Spolverate la pasta con la farina in modo che non si attacchi, poi stendetela fino ad ottenere uno spessore di 1 cm.
Con la macchina per la pasta (la famosissima Nonna Papera) – nella misura più grossa – inserite la pasta, passatela, piegatela a metà e passatela un’altra volta.

Infarinate la pasta su ambo i lati e iniziate a tirarla con la macchina fino a raggiungere la misura più sottile (la pasta deve diventare sottilissima).

Per evitare il ripiegamento della pasta durante questo processo, posatela pulita e ben stesa sul bancone.
L’impasto sarà molto lungo, quindi dovrete tagliarlo a metà, e tenerlo steso.
Ora, con le dita, strofinate delicatamente un sottile strato di burro a temperatura ambiente (deve essere molto morbido ma non fuso) su tutto l’impasto, fino ai bordi. Fate i calcoli che ogni striscia è 1/8 di pasta, pertanto dovrete usare 1/8 del burro.

Fate questo per entrambe le sezioni della pasta.
Cospargete le strisce di pasta con la farcitura.
Una volta terminato, iniziate ad arrotolare l’impasto di una striscia da un estremo all’altro, il più stretto possibile, ottenendo un tronchetto saldo. Posizionate il rotolo su un’altra estremità di striscia imburrata, e rotolate di nuovo.

Ora tenete da parte il tronchetto così ottenuto e fate lo stesso passaggio con le altre strisce.

Alla fine vi ritrovete con 4 rotolini di pasta. Prendente ogni rotolino e tagliatelo a metà nel senso della lunghezza, prendete una striscia così ottenuta e, con il lato tagliato verso l’esterno, arrotolatelo come a formare un nodino e infilate le estremità sotto.
Posizionate i nodi ottenuti all’interno di una teglia per muffin imburrata.

Ripetere il processo con le altre 3 porzioni di impasto, burro e farcitura. Otterrete in tutto 8 cruffin.

Ecco i vari passaggi spiegati nel blog di Lady and Pups

cruffin01

Se si sta facendo questo il giorno prima, si può avvolgere la teglia con pellicola e lasciare in frigo. In caso contrario, copritela con della pellicola trasparente e lasciatela a temperatura ambiente per 2-3 ore fino al completo raddoppiamento.

Cucinate in forno preriscaldato a 200° per 25 minuti, fino a quando si gonfiano e si dorano.(non spennellare con uovo se si vuole spolverarli di zucchero a velo per una versione dolce).

Lasciate raffreddare leggermente su una gratella.
Consiglio vivamente misurare gli ingredienti in peso.

Questa ricetta ha una leggera nota sapida. Se si vuole che sia più dolce, ridurre il sale a 1/2 cucchiaino, quindi aggiungere 2 cucchiai di zucchero all’impasto.

Note
Con questa ricetta ho fatto due esperimenti in uno. La farcitura salata e la cottura nella pentola fornetto.
Sono rimasta soddisfatta della cottura, del sapore e della consistenza dei cruffin. Ora dovrò per forza rifarli per provare la versione dolce!!

CRUFFIN SALATI OK 001 IMG_4892 (2)

CRUFFIN SALATI OK 002 IMG_4901 (2)

Con questa ricetta partecipo a Re-Cake 2.0 di Settembre

recake2.0 -1a

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe piacerti anche...

4 Commenti

  • tizi
    30 settembre 2015 at 15:40

    bellissimi questi cruffin rivisitati in chiave mediterranea! e bellissime le tue foto, come al solito! buona serata patrizia!

    • Con grano di sale
      1 ottobre 2015 at 16:45

      Grazie Tiziana, sono veramente buonissimi!!! Buona serata a te :)

  • claudia
    1 ottobre 2015 at 11:09

    Complimenti per i tuoi cruffin…devono essere buonissimi con la farcia che hai scelto:) Spero ti sia divertita a sfogliare con noi:) A presto! Claudia

    • Con grano di sale
      1 ottobre 2015 at 16:47

      Sono andati a ruba!! Ora che ho rispolverato la nonna papera li rifarò molto spesso :) Ciao

LEAVE A COMMENT

Seguimi anche su…

CONGRANODISALE

Instagram

Ed infine, pensando alle prossime feste, lo Zelten trentino. 
Dovrebbe riposare per dare il meglio, ma chi riesce a resistere!
.
Crostata con crema, semi di papavero e crumble...deliziosa!
.
Ecco il Maestro Manuel Marzari che sta terminando di preparare la Schwarzplentorte - Torta di grano saraceno con marmellata di mirtillo rosso senza glutine. .
Questa sera viaggio nei sapori del Trentino Alto Adige con il Maestro Manuel Marzari a @lascuoladicucinaintelligente 
Kaiserschmarren - Frittata dolce dell’Imperatore. .
Io vi avevo avvisato che era solo l’inizio...
Risotto con animelle e fichi secchi caramellati
...non potete immaginare!!!
Risotto mantecato alla crema di zucca, gelato al pecorino dolce e cardoncelli arrostiti.
Non ho ancora assaggiato, ma sono sicura che sarà eccellente!
Risotto mantecato alla ricotta, salmone grattugiato e limone candito...spettacolare!
Risotto mantecato con ostriche e Franciacorta Satén...un sapore di mare delizioso. 
Tutto questo e molto di più al corso dello chef Beppe Maffioli a La Scuola di Cucina Intelligente. 👉🏻clicca per tutti gli altri corsi @lascuoladicucinaintelligente
Risotto con i porri dell’Orto Beato , maggiorana, gamberi rosa e limoncedro
Un risotto delicato che esalta il sapore dei gamberi la  prima proposta dello chef Beppe Maffioli del ristorante Carlo Magno.

Collaboro con La scuola di Cucina Intelligente

Gioco con

Image and video hosting by TinyPic